SESSUALITÀ

L'arte felina del corteggiamento!

Coppia di gattini nella cuccia

Il gatto ha una sessualità complessa quanto affascinante: tutto ruota attorno al rituale del corteggiamento, basato su un comportamento focoso, sia da parte del maschio che della femmina.

L'attività sessuale si concentra durante la stagione degli amori. Il gatto è in calore dalle 2 alle 4 volte all'anno per un periodo dai 15 ai 20 giorni e durante queste fasi trasforma completamente il suo comportamento.

Specialmente la femmina ha atteggiamenti molto espliciti. Oltre a essere più affettuosa, si lecca più del solito, è inquieta, si rotola per terra, si strofina contro le gambe e fa le fusa più rumorosamente. Ma ci sono anche aspetti non tanto piacevoli come i forti e lunghi vocalizzi che spesso emette durante la notte per richiamare i maschi dei dintorni!

Nonostante questo però, la gatta ha l'abitudine di non concedersi così facilmente ai suoi pretendenti: il corteggiamento può durare diversi giorni e solo dopo le naturali azzuffate destinate a decretare il fortunato prescelto, avviene l'accoppiamento.

Tutto si consuma poi in pochi secondi e non senza momenti di tensione: non è raro infatti che dopo l'atto la gatta graffi il suo partner!

Anche la fedeltà non è per la gatta così importante. Durante la stagione degli amori può accoppiarsi anche con più maschi e far nascere così nello stesso parto gattini di padri diversi. Solo se la gatta divide la stessa casa con un gatto maschio, al contrario, può scegliere di non avere altri partner e dare vita a una “coppia fedele”!