AGGRESSIVITÀ

Dalle coccole ai graffi!

Gatto che soffia

Generalmente il gatto è un animale molto affettuoso ed è per questo forse che è il compagno prediletto per la vita comune in appartamento. Capita però che anche lui si abbandoni a comportamenti aggressivi, tanto improvvisi quanto ingiustificabili, almeno a prima vista.

In realtà, alla base di morsi o graffi c’è sempre una ragione: il gioco, la paura, la difesa del territorio, il contatto fisico prolungato. Per fronteggiare questa aggressività devi sempre cercare di capirne la causa così da controllarla ed evitare che diventi pericolosa per te e la tua famiglia.

L'aggressività da gioco puoi riconoscerla facilmente perché il gatto assume la stessa postura di quando è a caccia di prede. In questi casi puoi offrirgli degli accessori o dei giocattoli su cui sfogarsi e soddisfare così il suo bisogno di movimento.

L'aggressività territoriale o di difesa è più complessa. Si manifesta solitamente in presenza di estranei e puoi provare a placarla con bocconcini di cibo, giochi e dandogli maggiori attenzioni.

L'aggressività da contatto fisico prolungato è invece quella più inspiegabile perché si manifesta quando il gatto passa da un atteggiamento di grande disponibilità nell'accettare le tue carezze a un'espressione di forte aggressività (morsi e graffi).
La causa può essere dovuta a uno stato di stress del gatto o a una forma di dominanza. Puoi cercare di intuire questi improvvisi cambi di umore da segnali quali agitazione o movimenti della coda e delle orecchie: se cogli questi segnali è meglio smettere subito con le carezze!

Ricorda sempre che in caso di aggressività accentuata puoi comunque rivolgerti al tuo veterinario per valutare la soluzione più adeguata.